mercoledì 28 novembre 2007

Il Dottore Magistrale

Mentre mi accorgo che la cravatta in borsa si è stropicciata e amorevolmente cerco di farle ritrovare un garbo, ripenso alla giornata appena trascorsa.
Ripenso a quei momenti in cui mentre la tua voce riempiva la stanza davanti alla commissione, ti guardavo e annuivo.
Sempre più fiera ripercorrevo il profilo della tua figura, le spalle larghe, dritte.
La tua immagine si stagliava sul fondo azzurro fra le statue di gesso della sala.
Ho pensato, Enzo sorride, da lassù sorride.
Tu, gli hai dato atto delle tante cose di cui ha riempito la sua vita.
Tu, hai cercato l'inquadratura giusta da cui guardare la sua storia.
Baldoni sorride sorrido anche io, orgogliosa di te e dell'uomo che sei.
A U G U R I

M.S.
Posta un commento