giovedì 7 febbraio 2008

Povero Valentino

Il campione della Yamaha pagherà all'Agenzia per le entrate di Pesaro venti milioni di euro - a rate- per il periodo 2000-2004 (il restante sarà deciso a breve).
"Valentino tornerà a ridere, a vincere, a prenderla così come viene. Non è un evasore fiscale e la prova ce la dà proprio la sia decisione di pagare: non voleva guerre ma un accordo giusto"
,
dice il suo legale. E al telegiornale appare nei servizi giornalistici davanti ad una scrivania, dicendo caustico nel suo accento romagnolo che "mi hanno sbattuto sui giornali come un criminale, hanno parlato di me più adesso che nei 7 titoli mondiali conquistati".

Mi rimane un dubbio però, se non è un evasore, quello che ha dichiarato corrisponde al vero, perchè deve pagare venti milioni di euro?


M.S.
Posta un commento