lunedì 11 agosto 2008

Me ne vado in vacanza

Scarpe basse, pantaloncini, rossetti accesi.
La mia Metà e qualche amico fidato (di quelli che rimangono dopo le potature). Non voglio nulla di superfluo che appesantisca la mia valigia. Non voglio pensieri, impegni, preoccupazioni, scadenze, obblighi, domande, tensioni.
Tutti banditi dal mio bagaglio. Questo lungo ponte fra il 2007 e il 2008 è stato il periodo in cui ho fatto più cose in vita mia. Se provo ad elencarle me ne perdo sempre qualcuna, quando avrò una stima concreta ve la girerò.
E ora che la mia valigia è pronta, il risponditore automatico alle mail attivato infilo in borsa la Moleskine per appuntare le idee che solo nella spensieratezza vengono, e ci ritroviamo qui fra qualche giorno. Anche la data di ritorno, come le altre scadenze, è rimasta fuori.

Ah, ultimissima cosa: ho attivato il filtro per i commenti, necessitano della mia approvazione.
Ho voluto evitare anche questo potenziale pensiero.

M.Sans.
Posta un commento