lunedì 29 settembre 2008

Bandi di concorso fatti su misura

Vi è mai capitato? A me diverse volte. Ti imbatti in un bando per l'assunzione di figure professionali vicine alle tue e dici "magari partecipo". Chiedono laurea e ce l'hai, chiedono esperienza in tot settori e ce l'hai, ma è quando pensi che questo basta a darti l'accesso perlomeno alla selezione che devi ricrederti.
Spuntano un incrocio di caratteristiche assurde che inizia a pensare che quel posto e quella selezione sono cucite addosso a qualcuno in particolare, non sono mirate a trovare la persona più competente in merito ma sono destinate a tagliare fuori tutti i potenziali partecipanti meno che uno!
Ho trovato bandi in cui chiedevano il tesserino di pubblicista e la laurea in Economia per una redazione di cinema, sono incappata in concorsi che scadevano il giorno dopo ed erano segnalati il giorno prima, ho visto vincere concorsi con materiale non inedito e ritirare (giustamente) i premi.
Oggi leggo su Repubblica.it che in questo meccanismo è incappata anche la Pubblica Amministrazione, la faccenda è curiosa e vi invito a leggerla qui. Che Italia piccola, piccola...
Posta un commento