sabato 26 aprile 2008

Più ne so meno mi piace

Sulla faccenda della violenza a Roma ai danni di una ragazza nordafricana si aggirano fitte e cupe nubi.
Sembrata tutto tremendamente orrendo e semplice, privo di dubbi: testimoni, vittima, carnefice, carabinieri e luogo del delitto. La strumentalizzazione in vista del ballottaggio fra Rutelli e Alemanno era assodata, ma leggete come Carlo Bonini su Repubblica ricostruisce la cosa.
Che cosa bisogna pensare?
Posta un commento