mercoledì 29 ottobre 2008

Un giorno nelle scuole

Adoro quando le persone mi sorprendono positivamente. E stamattina è successo.
Con una squadra determinata e affiatata oggi ho iniziato il giro per gli Istituti di Napoli con un nuovo progetto. I ragazzi hanno dai 13 ai 18 anni, su per giù.
Si stavano preparando all'autogestione e io rubavo loro il tempo alla protesta. Nonostante questo l'incontro è stato stimolante e interessante. Con loro avevano i quotidiani e sapevano cosa fosse un Decreto Legge. Quando gli ho detto: "se sapete per che cosa protestate sappiate che noi siamo con voi" è scattato l'applauso. E anche se senza voce siam tornati a casa contenti.
Grazie a questi ragazzi e grazie ai miei colleghi/amici/fratelli.
In fondo siamo un pò tutti sulla stessa barca che affonda, neanche tanto lentamente.
E domani? Domani si medita. Si cerca una soluzione, una strada percorribile che non sia troppo tortuosa, troppo complessa. Se ci addentrassimo in migliaia di cavilli e stradine si perderebbe la consistenza della protesta per diventare un già visto sotto la sabbia. Un qualcosa che certi si sono inventati e certi altri hanno revisionato a dovere, a posteriori.
Incrociamo le dita.
Posta un commento