mercoledì 16 giugno 2010

E questa è fatta

Guarda che è un lavoraccio.
Lo so.
Io sarei piacevolmente sorpreso se ce la facessi.
Va bene.

Prima fase conclusa. Ho compilato almeno sette moduli con nome cognome, data di nascita, luogo di nascita, matricola. Sette diverse volte. Hanno attestato in biblioteca che non ho libri custoditi indebitamente che appartengono alla facoltà, e questo mi è costato andare e venire 2 volte con una tempetatura media di 35-40 gradi rigorosamente con messi pubblici. A uno degli allegati ho applicato una marca da bollo e sullo stesso allegato ho trascritto come un amanuense tutti ma proprio tutti gli esami che ho fatto, la data, il voto in trentesimi (uno storico da stampare no?).

Evviva la sburocratizzazione, evviva le autocertificazioni. Devo far dei documenti per cose che in segreteria e in presidenza già sanno, anzi dovrebbero comunicarmi loro.
Una volta stappato lo spumante della gloria e indossata la corona d'alloro per la seconda volta, giuro che non voglio neanche più sentire nominare la facoltà. Voglio rimuovere, come per un trauma, anche dove si trova.
Posta un commento