martedì 3 luglio 2012

Italo, finalmente puoi scegliere

Il treno fa parte della mia vita, cercando solo in questo blog ho trovato diversi post che mi hanno riportato a tante vite e situazioni. Ieri per tornare a Milano ho preso il nuovo Italo. Partito lo scorso aprile e tanto atteso, la nuova ferrovia si affianca alle Ferrovie dello Stato, Trenitalia. Con cui noi tutti ci siamo sempre trovati molto bene. Treni in orario, tariffe convenienti e via dicendo.

Nonostante io non abbia mai avuto problemi di alcun tipo Trenitalia [nota: sono fortemente ironica] penso che la concorrenza soprattutto all'inizio, faccia bene. Infatti con Italo è possibile viaggiare trovando tariffe "convenienti" anche un paio di settimane prima della partenza, con Trenitalia si sale invece molto velocemente, superando i 55 euro della economy di NTV. All'iscrizone al sito http://www.italotreno.it/IT/Pagine/default.aspx e al programma "Italo più" (la versione della Cartafreccia di Trenitalia) mi sono stati regalati 500 crediti, e ancora alla prenotazione mi è stata regalata la carrozza cinema. Piccoli plus che fanno sempre piacere, specialmente di fronte a un competitor molto spesso arrogante perchè forte del suo monopolio.

Italo è un treno di classe, scintillante e con i toni scuri ma classici. Le poltrone - ero in carrozza cinema ma credo valga per tutte - sono in pelle. La seduta comoda e gli spazi sufficienti. Alla carrozza 7 (centrale) c'è un  distributore di bevande e snack. Non ho visto il bagno. Le novità sono il "train manager", il capotreno insomma che saluta e avvisa ad ogni stazione. Il tocco di Luca Cordero di Montezemolo si nota.

Il treno è arrivato in orario, l'aria condizionata non era esageratamente forte o debole, sono state distribuite deliziose cuffiette con il logo per vedere i film sugli schermi posizionati nella carrozza cinema, solo che ho visto infiniti backstage di Salemme prima e Salvatores poi e nient'altro. Un'altra piccola pecca è che alcuni Freccia Rossa sulla stessa tratta impiegano 20 minuti in meno.


Posta un commento